Ti chiamavano Cenzín

Le illustrazioni di Hannes Binder e la poesia di Alberto Nessi insieme in una «graphic novel» che ripercorre l’avventurosa vita di Vincenzo Vela.

MVELA_news_binder_cover

«Le vittime del lavoro» è l’opera della maturità di Vela, che rende omaggio ai minatori scomparsi durante la realizzazione del traforo ferroviario del San Gottardo. A partire da questa opera del «verismo sociale», la prima dedicata ai lavoratori, l’illustratore Hannes Binder e lo scrittore Alberto Nessi si sono cimentati in una «graphic novel» che ripercorre l’avventurosa vita di Vincenzo Vela. Dall’infanzia a Ligornetto all’apprendistato a Milano, dal successo dello «Spartaco» alla cattedra all’Accademia Albertina, dai Savoia a Parigi, le tappe dell’esistenza dello scultore sono ripercorse dagli stessi minatori, che diventano cantori delle sue opere e testimoni della Storia, dalle battaglie risorgimentali all’Unità d’Italia.
Le tavole in bianco e nero, realizzate con la tecnica dello «scraperboard» (detta anche «finta incisione») che ha reso famoso l’illustratore zurighese Hannes Binder, si accompagnano ai versi di Alberto Nessi, apprezzato scrittore e poeta, Gran premio svizzero di letteratura 2016. Un sodalizio inedito che, come scrive Gianna Mina nell’introduzione al volume, crea «una drammaturgia del segno e della parola, che, in filigrana, infonde nuova vita alle vittime del lavoro: uomini senza nome ma dalla presenza fisica memorabile, che sono i veri protagonisti di questa epopea in bianco e nero».
Il volume «Ti chiamavano Cenzìn», in coedizione con Edizioni Casagrande, è frutto di una collaborazione con le FFS Regione Sud che hanno sostenuto la sua realizzazione e che intendono sia festeggiare il bicentenario della nascita di Vincenzo Vela come pure l’importante completamento della Galleria di base del Monte Ceneri, fondamentale tassello della Nuova trasversale ferroviaria alpina (NTFA).

Ti chiamavano Cenzìn

Illustrazioni: Hannes Binder, testo: Alberto Nessi.
Introduzione: Gianna A. Mina e Roberta Cattaneo.
Biografia di Vincenzo Vela a cura di Maria Cristina Brunati
Museo Vincenzo Vela / Edizioni Casagrande;
52 pagine di grande formato (300 x 230 mm), CHF 32 .-

Rete Due - intervista agli autori, a cura di Barbara Camplani

https://www.museo-vela.ch/content/vela/en/home/info/news/news-2020/Ti-chiamavano-cenzin.html