Sabato 30 novembre 2019, ore 20.15 – S-velati e ritrovati

In collaborazione con la Biennale dell’immagine e il Cineclub del Mendrisiotto, proiezione di un classico, per un pubblico di ogni età,  del maestro giapponese Ozu: «Umarete wa mita keredo» («Sono nato ma…»). Musiche composte ed eseguite al pianoforte da Francesca Badalini.

giapponese
© trigon-film.org

La collaborazione con la Biennale dell’immagine si rinnova anche in occasione dell’undicesima edizione, che indaga e propone il tema del «crash». Il Museo propone alle 20.15 un classico della filmografia del maestro giapponese Yasujiro Ozu, «Umarete wa mita keredo» («Sono nato ma…»), del 1932, con musiche composte ed eseguite al pianoforte da Francesca Badalini. Il film (introdotto dallo storico e archivista Marcello Seregni) racconta di due fratellini della periferia di Tokyo che vedono crollare la loro venerazione per il padre. Quando lo vedono fare il buffone per il divertimento del suo principale, iniziano uno sciopero della fame...

In collaborazione con la Bi11 Crash-Biennale dell’immagine e il Cineclub del Mendrisiotto. Proiezione CHF 10.- /ridotti 8.- (AVS/AI, membri Bi11 e soci  Cineclub Mendrisiotto).

https://www.museo-vela.ch/content/vela/fr/home/info/news/news-2019/S-velati-e-ritrovati.html